CERTIFICAZIONI E STANDARD DI GESTIONE

In applicazione del primo principio della Politica su responsabilità sociale per salute, sicurezza e diritti nel lavoro, ambiente, Pirelli svolge un'intensa attività nel campo dei Sistemi di Gestione, avvalendosi di questi strumenti per migliorare la qualità, l'efficacia e l'efficienza dei propri processi, nonché al fine di perseguire un'ulteriore riduzione degli impatti sulla salute dei dipendenti, sulle condizioni di sicurezza del lavoro e sull'ambiente esterno.
    1. Qualità

      1. L'attenzione prestata alla qualità da Pirelli, come produttore e come fornitore, è dimostrata dalle certificazioni ottenute che rispondono alle normative internazionali e riguardano aspetti sia di processo che di prodotto e servizio. In particolare:

        ISO 9001

        Dal 1970 il Gruppo si è dotato di un proprio Sistema di Gestione della Qualità introdotto gradualmente in tutti i centri di produzione e dal 1993 Pirelli ha conseguito la certificazione di tale sistema secondo la norma ISO 9001. Il 100% degli stabilimenti Pirelli sono certificati in conformità alla ISO 9001:2008, incluso l’hub logistico di Manresa, in Spagna e lo Stabilimento di Jiaozuo in Cina, acquisito nel corso del 2016.

        ISO/TS 16949

        Il Gruppo ha conseguito dal 1999 la certificazione del proprio Sistema di Gestione della Qualità secondo la norma ISO/TS 16949 e ha mantenuto in seguito la conformità allo standard in vigore. Tutti gli stabilimenti esistenti, acquisiti e nuovi, fornendo i costruttori del settore automotive hanno conseguito o mantengono tale certificazione.

        ISO/IEC 17025

        Dal 1993 il Laboratorio Materiali e Sperimentazione del Gruppo e dal 1996 il Laboratorio Sperimentazione della Pirelli Pneus (America Latina) si sono dotati del Sistema di Gestione della Qualità e sono accreditati secondo la norma ISO/IEC 17025. Tale sistema è mantenuto conforme allo standard in vigore e la capacità dei laboratori a eseguire le prove accreditate viene valutata annualmente.
        I laboratori partecipano a proficiency test organizzati dall’International Standard Organization, da ETRTO o da circuiti internazionali organizzati dai costruttori auto.
        Con specifico riferimento agli pneumatici vettura, il focus sulla qualità viene confermato dalla supremazia di Pirelli in numerosi test di prodotto; è inoltre garantito dalla collaborazione in termini di sviluppo e sperimentazione di prodotto con i partner più prestigiosi (case automobilistiche, riviste specializzate, scuole guida, ecc.).

        CERTIFICAZIONI DI PRODOTTO

        Le Certificazioni di Prodotto, che consento la commercializzazione dello stesso nei vari mercati in accordo ai regolamenti sanciti dai diversi Paesi, vengono regolarmente gestite da un dipartimento dedicato nell’area di Ricerca & Sviluppo. Le Certificazioni prevalenti, conseguite nel Gruppo Pirelli, riguardano i mercati EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa), NAFTA (North America Free Trade Agreement), Brasile, Argentina, Uruguay, Cina, Taiwan, India, Indonesia, Korea e coinvolgono tutti gli stabilimenti Pirelli. Esse richiedono audit annuali da parte di enti ministeriali del paese interessato o enti delegati dagli stessi, che verificano la conformità del prodotto presso la fabbrica certificata.

    1. Ambiente

      1. Dal 1997 Pirelli ha adottato lo Standard ISO 14001 come riferimento per i propri Sistemi di Gestione Ambientale.

        Nel 2016, tutti i siti produttivi di Pirelli Tyre e il campo prove pneumatici di Vizzola Ticino (Varese) sono dotati di Sistemi di Gestione Ambientale certificati in accordo allo Standard Internazionale ISO 14001:2004 .

        Lo Standard Internazionale ISO 14001 è stato adottato da Pirelli come riferimento già dal 1997, e dal 2014 tutti i certificati sono emessi con accreditamento internazionale ANAB (ANSI-ASQ National Accreditation Board: ente di accreditamento degli Stati Uniti).

        L’implementazione e la certificazione secondo lo Standard ISO 14001 costituisce Politica di Gruppo e, in quanto tale, viene estesa e attuata anche nei nuovi insediamenti. L’attività che sottende alla certificazione, nonché al controllo e al mantenimento dei sistemi già implementati e certificati, è coordinata centralmente dalla Direzione Salute, Sicurezza e Ambiente.

        Ulteriori informazioni su ISO 14001 Standard

    1. Salute e sicurezza

      1. SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA

        Pirelli adotta un Sistema di Gestione della Sicurezza strutturato e certificato secondo gli Standard OHSAS 18001:2007.

        Tutti i certificati sono emessi con accreditamento internazionale ANAB (ANSI-ASQ National Accreditation Board, ente di accreditamento degli Stati Uniti).

        Anche nel 2016, RINA Services S.p.A. è stato il valutatore della conformità dei sistemi di gestione della salute e sicurezza di Pirelli. A fine 2016 tutti gli stabilimenti produttivi risultano certificati secondo gli Standard OHSAS 18001:2007 ad eccezione dello stabilimento di JiaoZuo, entrato a far parte del Gruppo nell’ultimo trimestre dell’anno, e dell’insediamento di Rome (Stati Uniti) nel quale è operante un sistema di gestione, applicato in virtù degli Standards OSHA, assimilabile allo Standard OHSAS 18001 e tale per cui un’attività di certificazione parallela nei contenuti risulterebbe di valore relativo.

        Il Sistema di Gestione della Sicurezza sul lavoro, così come quello ambientale introdotto nelle unità produttive di Pirelli Tyre, è stato sviluppato sulla base di procedure e Linee Guida elaborate a livello centrale. Ciò ha consentito di adottare un “linguaggio comune” all’interno del Gruppo e un modo di operare unitario e condiviso che garantisce efficacia gestionale.

        Ulteriori informazioni su OHSAS 18001 Standard

        REGOLAMENTO EUROPEO N° 1907/2006 (REACH)

        Tutte le materie prime e i prodotti ausiliari vengono attentamente valutati prima di poter essere utilizzati all’interno delle unità operative del Gruppo, al fine di identificare inaccettabili criticità potenzialmente a carico della salute umana e/o dell’ambiente. Tale valutazione viene eseguita centralmente e i risultati estesi a tutti i paesi nei quali Pirelli opera, tenendo in considerazione non solo i requisiti previsti dalle norme europee in materia di gestione delle sostanze pericolose, ma anche le conoscenze attualmente disponibili a livello mondiale (specifiche banche dati, ecc.). Prosegue inoltre il monitoraggio di produttori e fornitori delle materie prime utilizzate dal Gruppo, in particolare per quanto riguarda i processi di registrazione di tali sostanze in carico a produttori/distributori/importatori e nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento CE REACH 1907/2006.

        Ulteriori informazioni su REACH Regulation

    1. Responsabilità sociale

      1. Come anche dichiarato nella “Politica di Responsabilità Sociale” e nella “Global Human Rights Policy”, Pirelli non ricorre a forme di lavoro minorile, né a tipologie di lavoro forzato o obbligato. Anche in conformità alle prescrizioni dello Standard internazionale SA8000®, adottato sin dal 2004 come strumento di riferimento per la gestione della responsabilità sociale presso le proprie affiliate, Pirelli verifica l’applicazione delle prescrizioni in tema di sostenibilità sociale ed in particolare di rispetto dei diritti umani e del lavoro tramite audit periodici commissionati a società terze specializzate. Ciò, ovviamente, a valle del costante coordinamento e monitoraggio da parte delle funzioni centrali.

        Ulteriori informazioni su SA8000® Standard

Ultima revisione: 09 Giugno 2017